Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICA VIDEO PUNTA PEROTTI

Posted on Author Mikahn Posted in Autisti


    Punta Perotti è un parco urbano ed ex complesso immobiliare che fu edificato sul lungomare di . Crea un libro · Scarica come PDF · Versione stampabile. VIDEO PUNTA PEROTTI SCARICA - Di seguito la cronologia della vicenda. Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi . La Corte d'Appello di Bari ha disposto una consulenza tecnica affidandola a tre professionisti per acquisire con precizione l'ammontare di. La corte europea condanna l'Italia per Punta Perotti e piovono critiche a Bari contro Michele Emiliano, colui che all'epoca dell'abbattimento.

    Nome: video punta perotti
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 36.29 Megabytes

    La Corte d'Appello di Bari ha disposto una consulenza tecnica affidandola a tre esperti per acquisire con precisione l'ammontare di quanto chiesto, come danno partrimoniale, dalla famiglia Matarrese per la vicenda dell'abbattimento dei palazzi di Punta Perotti.

    Stavolta la posta in palio sarebbe molto più grossa perchè la Sud Fondi ha chiesto milioni di euro. Il collegio di esperti, nei prossimi giorni, sarà chiamato a completare la valutazione probabilmente includendo anche, secondo quanto richiesto dai giudici, il costo sull'impresa Matarrese riguardante i mancati introiti dovuti all'operazione che fini con l'abbattimento, nel , dei palazzi dichiarati abusivi.

    I più letti di oggi 1. Approfondimenti "I terreni non andavano espropriati prima di una condanna": la Corte di Strasburgo bacchetta l'Italia su Punta Perotti 28 giugno Potrebbe interessarti.

    I più letti della settimana.

    Ultime News Giovani in piazza, chance per la storia 15 Ottobre Il genio femminile combatte la povertà con le relazioni 15 Ottobre Lo shalom della doppia lealtà 12 Ottobre Prendiamoli sul serio 11 Ottobre Rapporto Edc 11 Ottobre Fare 09 Ottobre Rapporto Edc vedi il video-report vai alla scheda di approfondimento.

    Immagine Castel Gandolfo-Inondazioni giovani Popolari. Edc aderisce a Slotmob! Tutte le info alla pagina dedicata vedi i nuovi eventi sul FB Slotmob.

    Le strisce di Formy! Conosci la mascotte del sito Edc?

    Hai letto questo?SCARICA NORME UNIBO

    Il dado per le aziende! RSS - abbonati. Corsi di Economia Biblica settembre Libro di Qoélet vedi volantino - Per maggiori informazioni - iscriviti qui. In particolare, si parlerà di: 1. Centro di documentazione È in fase di costruzione un Centro di Documentazione "dal basso".

    Nei giorni di apertura dell'Urban Center chiunque voglia potrà portare un libro, un documento, una foto, una qualsiasi memoria della città, la sua storia e i grandi e piccoli cambiamenti che l'hanno attraversata e l'attraversano.

    Ambiente verde, energia e impianti , Edilizia e Territorio Ex Fibronit, oggi la consegna del cantiere per la bonifica permanente del sito Questa mattina il sindaco di Bari Antonio Decaro ha partecipato alla consegna del cantiere per la bonifica permanente della ex Fibronit i cui lavori cominceranno oggi.

    Il progetto, che ha ottenuto tutte le autorizzazioni da parte degli enti preposti nelle settimane scorse, prevede la realizzazione di tensostrutture in decompressione in cui verranno frantumate le macerie contaminate e stoccate nella zona nord del sito. La durata del cantiere è stimata in circa giorni circa.

    Incontreremo periodicamente i cittadini per spiegare le varie fasi lavorative e nelle prossime settimane sarà attivo un sito www. Riduzione pezzatura macerie. Il 2 maggio del il Consiglio comunale di Bari ha approvato la variazione di destinazione urbanistica del suolo Fibronit da zona per attività terziarie a verde pubblico di quartiere.

    A giugno del sono terminati gli interventi della messa in sicurezza di emergenza, che hanno messo al riparo i cittadini da ogni pericolo per la salute. Il piano di fattibilità del parco, predisposto dagli uffici comunali , è stato candidato ai finanziamenti europei, per un investimento di circa 10 milioni di euro, con buone prospettive di essere accolto.

    SCARICA VIDEO PUNTA PEROTTI

    Mentre sono residuali i numeri accertati in giudizio. Quanto alle malattie riscontrate tra le persone che hanno vissuto nel raggio di 1km dalla Fibronit, le cifre ufficiali del parlano di 51 casi accertati di mesotelioma, con una particolare concentrazione nel quartiere Madonnella. Eppure il mesotelioma è una malattia rara che colpisce 1 persona su I numeri sono la risposta più eloquente ad una tendenza negazionista che metteva in discussione, appunto, i rischi enormi legati alla presenza di una fabbrica di amianto nel cuore di una città.

    È fondamentale evidenziare che la contaminazione da amianto è potuta avvenire o nel periodo in cui la fabbrica era ancora in attività o negli anni in cui esistevano ancora condizioni oggettive di rischio.

    Il che, ovviamente, non mette al riparo dalle patologie contratte in precedenza. Tutti gli interventi saranno realizzati nel pieno rispetto del quadro normativo in vigore, per quanto riguarda sia il superamento delle barriere architettoniche sia il superamento di quelle percettive per disabili sensoriali, come previsto dalle precitate linee guida.

    Si tratterà di creare un percorso nuovo, tale da evitare che persone in carrozzina debbano passare sulla pavimentazione esistente con vecchie basole in pietra, di difficile oltre che pericolosa praticabilità. Dodici le proposte progettuali ammesse, presentate da altrettante associazioni, comitati, cooperative e realtà impegnate sul territorio cittadino, che di seguito si elencano: 1.

    Convochiamoci per Bari - Orto in parco La terra ci accoglie, ci nutre, ci insegna 4. Il Comune di Bari sosterrà ciascuna iniziativa ammessa con un contributo di 2. Il contributo sarà liquidato in due tranche la prima a metà percorso delle attività e la seconda al termine delle stesse , previa presentazione di rendicontazione dei pagamenti effettuati a cura del soggetto proponente.

    Berlino, spazi indefiniti e pratiche possibili Presentazione progetto di ricerca. Memoria e oblio in una città che molti non conoscono più. Dialogo intergenerazionale per recuperare la nostra storia. Un ponte fra generazioni: testimonianze di un cittadino attivo. Laboratorio di cucina narrativa a cura di Franziska Chef. Punti di vista e prospettive della città a forma di uccello ad ali spiegate.

    Allegati Urban center locandina 11 marzo Aree tematiche: Edilizia e Territorio Comunicati stampa. Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

    Luigino Bruni

    Delibera CIPE n. Un progetto complesso e organico che eleverà la capacità di trattamento immediato delle acque da Fondi che ammontano a circa milioni di euro in totale - spiega il sindaco di Bari Antonio Decaro -. Devo ringraziare anche l'Acquedotto pugliese per la realizzazione di questi lavori, dimostrando grande professionalità ed esperienza.

    Sono rimasto sorpreso quando sono entrato nell'impianto nel vedere i nuovi digestori, alti diciotto metri, con una portata di cinquemila metri cubi ciascuno e qui a Bari ne sono stati montati per la prima volta nel nostro Paese.

    Con l'attivazione dei nuovi digestori, delle nuove vasche e dei nuovi impianti di sedimentazione, migliorerà sensibilmente la qualità della vita di tutti i residenti della zona, che per anni hanno dovuto sopportare questa situazione spiacevole. Tra qualche mese cominceranno anche gli interventi anche sull'impianto di Japigia, e contemporaneamente saranno prolungate le condotte a mare di entrambi i depuratori. Poi un intervento importantissimo per la città, finanziato con 2 milioni di euro, attualmente in corso, nel quartiere di Picone, che permetterà di evitare lo sversamento dei liquami della fogna nera nello stesso canale che, invece, serve a raccogliere le acque meteoriche.

    Con questo lavoro saranno separati i setti attraverso un lavoro dalla grande rilevanza economica, pari a 26 milioni di euro. Ora siamo in attesa dell'autorizzazione della conferenza di servizi, in quanto mancavano i pareri delle Ferrovie Sud Est per l'incrocio tra i canali e le loro infrastrutture, ma la gara dovrebbe cominciare a breve.

    Un intervento fondamentale che eliminerà completamente la commistione tra fogna bianca e nera che interessano tanti quartieri, da via Oberdan verso l'interno.

    Ringrazio ancora una volta Regione e AIP, per aver tempestivamente reperito le risorse e programmato questo intervento, e all'Aqp.

    Vogliamo arrivare alla chiusura completa del ciclo depurativo delle acque in Puglia. Detto Piano, rielaborato, sarà presentato ed approvato entro fine inizio Per questi obiettivi, la Regione Puglia si è attivata, sin dal , nella programmazione ed attuazione di interventi.

    TOP CELEBRITA'

    Cantieri aperti, alcuni già con lavori che si stanno avviando a compimento. Per la redazione della versione definitiva del P. Fondato sul principio della gradualità degli interventi di eliminazione di barriere fisiche e percettive, il P.

    Tale protocollo si rivolge a disabilità motorie, sensoriali e cognitive, per le quali indica soluzioni di accessibilità che valgano per ognuna di esse e che possano coesistere. Di seguito un elenco di settori e interventi su cui interverrà in P. La previsione è quella di poter completare la pavimentazione delle due fasce laterali entro questa settimana, ad eccezione dell'area che ospiterà il salotto della Musica di fronte al negozio di strumenti musicali "Giannini", le cui lavorazioni cominceranno la settimana prossima.

    L'intero isolato sarà terminato al massimo nelle prime settimane di marzo. Per ottimizzare i tempi, l'azienda ha comunque deciso di iniziare contemporaneamente i lavori sul secondo isolato previsto dal cronoprogramma, quello tra corso Vittorio Emanuele e via Piccinni, già dai prossimi giorni, non appena Enel avrà terminato i suoi lavori, in modo da recuperare subito lo slittamento delle attività.

    Questo sarà possibile senza creare ulteriori disagi ai cittadini e ai commercianti, visto che gli isolati interessati dai lavori sono praticamente agli antipodi della strada". Inoltre, ci sono piani per i quali valutare la riadozione, in particolare il piano particolareggiato di Bari vecchia e quello di Carrassi.

    Per il fossato invece abbiamo già candidato il progetto ad un primo bando e contiamo di ripetere la procedura fino a quando non otterremo i finanziamenti.

    In contemporanea è in fase di completamento la realizzazione del volume confinato VC1, nella zona Nord del sito, dove viene abbancato il conglomerato cementizio confezionato anche con le macerie ridotte di pezzatura provenienti dalla demolizione degli altri capannoni abbattuti. Proseguono anche le attività di monitoraggio della falda sia con campionamenti discreti del controllo dei parametri prestabiliti, sia con il monitoraggio dei parametri della temperatura, della pressione e del livello, dati che vengono trasmessi in continuo per via telematica alla ripartizione Ambiente del Comune di Bari e ad Arpa Puglia.

    La conclusione di tutte le operazioni di bonifica del sito resta confermata per ottobre Oggi, 20 giugno, a distanza di un anno esatto dall'inizio delle operazioni di demolizione, forse per un segno del destino, sono cominciati i lavori di abbattimento dell'ultimo edificio.

    Ora davvero questo luogo non potrà più fare paura a nessuno, anche perché non ci sarà più traccia della fabbrica. È valsa la pena fare di fare il sindaco per portare a termine questo compito. Avevo preso un impegno con le famiglie delle persone scomparse perché qui lavoravano o abitavano nelle vicinanze, e sento di averlo mantenuto.

    A questo link è possibile scaricare video. A questo link è possibile scaricare le foto del sopralluogo. Il progetto, che ha ottenuto tutte le autorizzazioni da parte degli enti preposti nei giorni scorsi, ha previsto la realizzazione di tensostrutture in decompressione in cui verranno frantumate le macerie contaminate e stoccate nella zona nord del sito.

    Il piano di fattibilità del parco predisposto dagli uffici comunale è stato candidato ai finanziamenti europei, per un investimento di circa 10 milioni di euro, con buone prospettive di essere accolto.

    Diverse sono state le modalità per prendere parte a questo percorso, ognuna pensata per permettere ai cittadini di contribuire secondo i propri interessi, la propria disponibilità, le proprie attitudini e conoscenze del territorio. Il report esprime, dunque, il punto di vista della vita quotidiana nei diversi quartieri di Bari. I baresi chiedono un forte investimento nella manutenzione urbana delle strade, degli spazi pubblici, del verde , ma anche nella pulizia.


    Nuovi post