Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICARE UBUNTU SU VIRTUALBOX

Posted on Author Digul Posted in Film


    Per scaricare VirtualBox sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sulla voce Windows hosts. Accedi al sito web di Ubuntu. Avvia il browser internet del computer e usalo per accedere al seguente URL. In questo modo. Come installare Ubuntu Linux su VirtualBox Dopo aver scaricato ed installato da questo link la Oracle VirtualBox, saremo pronti per la. Come creare una macchina virtuale per installare Ubuntu su VirtualBox e provare il scegli Ubuntu o Ubuntu (64bit) in base alla versione che hai scaricato.

    Nome: ubuntu su virtualbox
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 53.48 Megabytes

    Creare un nome utente, una password e un nome di computer. Un peccato, se si pensa a quanto sia facile installare, usare e modificare Ubuntu per avere un aspetto davvero bello! Qui spieghiamo come installare Ubuntu nei tre diversi modi in cui è installato più comunemente: 1 da un drive USB, 2 in una macchina virtuale, 3 oppure eseguirlo da un drive USB senza installarlo.

    Per prima cosa è necessario scaricare un file immagine CD Ubuntu. In questo esempio installiamo Ubuntu versione Ma non importa quale versione si utilizza.

    Un sistema di virtualizzazione consente di eseguire in un contesto protetto un sistema operativo, detto macchina virtuale o Virtual Machine VM , in contemporanea ad altri sistemi operativi. Una VM crea un ambiente di esecuzione che simuli un computer completamente separato, dedicando ad esso una parte delle risorse del computer reale.

    Nel seguito delle istruzioni si farà riferimento al popolare software opensource gratuito per la virtualizzazione Oracle VM VirtualBox , su cui verrà installata una macchina virtuale Ubuntu Linux. Al momento della scrittura di questa guida la versione 5. Su altri sistemi operativi invece non sono noti problemi di questo genere. Le CPU moderne sono equipaggiate con set di istruzioni addizionali e meccanismi hardware per incrementare le performance di esecuzione dei sistemi di virtualizzazione.

    Informativa

    VirtualBox, o una Virtual Machine generata da esso, potrebbero non funzionare correttamente o funzionare molto lentamente, nel caso in cui le seguenti tecnologie non siano abilitate nel PC in uso:. La creazione di una nuova macchina virtuale è possibile attraverso alcuni passi, di seguito descritti. A seguito di questi passaggi, VirtualBox finalizza le operazioni di installazione della macchina virtuale che ospiterà la distribuzione Ubuntu. Apparirà una finestra contenente diverse schede per le sezioni che compongono la VM appena creata.

    Si consigliano le seguenti operazioni, per le quali è indicato il percorso, per migliorare le prestazioni di una macchina virtuale per Ubuntu. Si ricordi che la VM non ha alcun impatto sulle performance del sistema operativo host , se spenta. Andare sul sito ufficiale di Xubuntu e selezionare la versione Tuttavia, molto spesso mi è capitato di incontrare persone che vorrebbero accostarsi a queso ambiente, ma a loro dire hanno difficoltà a trovare punti di riferimento e documentazione tecnica dettagliata e facile da consultare.

    È proprio per questo che ho deciso di scrivere questo articolo per illustrare in dettaglio tutti i passi da seguire per installare una macchina virtuale sul proprio PC, che non siano solanto un elenco di immagini dove indicare solo "cliccare su Next", ma una guida corredata da alcuni brevi ma importanti commenti ed utili suggerimenti.

    A questo punto non resta che iniziare subito ad addentrarci nella creazione della nostra prima macchina virtuale. Se hai già avuto modo di leggere la mia precedente guida su Come installare VirtualBox sul proprio PC Windows , sono sicuro che sei già pronto per affrontare la creazione di una nuova macchina virtuale VirtualBox in preparazione dell'instllazione del tuo sistema operativo Ubuntu, di cui parleremo più tardi.

    Prima di iniziare con la vera e propria creazione della macchina virtule il contenitore del sistema operativo virtualizzato , ci sono alcuni fattori che necessitano di essere definiti a priori.

    Come creare una macchina virtuale

    Vediamo di che si tratta. La prima cosa da definire è senz'altro il tipo di sistema operativo che desideri installare. Il perché di questa scelta è presto detto: e una distribuzione facile da utilizzare per gli scopi più vari; ha inoltre una grande flessibilità e facilità d'uso, anche per via dell'interfaccia grafica Xfce che risulta essere abbastanza "leggera" e poco affamata di risorse, aspetto questo molto apprezzabile nel caso di PC non particolrmente potenti. A tale proposito, prima di iniziare sarebbe opportuno poter avere a portata di mano il disco dell'installazione del sistema oerativo nel nostro caso: Xubuntu ; per questa guida ho scelto di scaricare xubuntu ISO opportuno anche se qui troverai solo riverimenti a Xubuntu.

    In questo caso, ti suggerisco di scaricare l'immagine ISO del sistema operativo Ubuntu dal sito ufficale , il cui file. Un altro fattore importante, riguarda certamente il "motore" utilizzato per la virtualizzazione. In questo caso ho scelto di utilizzare VirtualBox il sito è in inglese, ma puoi trovare una buona descrizione in italiano di VirtualBox su Wikipedia , per via della grande diffusione e della estrema flessibilità. Anche in questo caso ho cercato di tenere in debita consierazione sia la "pesantezza" dell'applicazione che la facilità d'uso; VirtualBox sembra soddisfare appieno questi requisiti.

    Se hai installato correttamente VirtualBox sul tuo PC, troverai l'icona dell'applicazione sul tuo descktop, cliccandola, Virtualbox si avvierà; potrai quindi cliccare su Nuova , nella barra in alto della finestra dell'applicazione, per creare la tua prima macchia virtuale. Nell'immagine qui sopra è mostrata barra superiore di VirtualBox dove sono presenti i pulsanti di comando per le operazioni sulle macchine virtuali.

    Cliccando su Crea , il disco fisso il file della tua macchina fisica verrà creato immediatamente, invece che posticipato al momento in cui dovrà essere effettivamente utilizzato. Cliccando su Crea , il disco fisso il file della tua macchina fisica verrà consolidato completaente allocato e la tua VM è ormai pronta per essere creata. Fai attenzione che la tua nuova VM è come una scatola vuota , cose se avessi appena acquistato un nuovo PC senza alcun sistema operativo preinstallato: non è infatti in grado di poter eseguire alcuna operazione.

    Non appena ls nuova VM è stata creata, la uoi trovare nella colonna i sinistra della finestra principale di VirtualBox, come mostrato nella figura sottostante. La tua nuova macchina virtuale ora necessita di essere configurata, esattamente come se stessi assemblando i componenti di un nuovo compter.

    Si aprirà, a questo punto una nuova finestra per la configurazione generale, mostrata qui di seguito. In questa schermata vengono sostanzialmente confermate le informazioni di base della VM, relative al nome oltre alla tipologia ed alla versione del sistema operativo che questa VM ospiterà.

    Nella sezione Sistema , è possibile modificare suggerisco di lasciare i valori preimpostati di default :. Nella cosfigurazione degli schermi virtuali da assegnare alla VM è possibile aplicare particolari configurazioni dello schermo o di schermi multipli per poter gestire al meglio la tua VM in condizioni particolari.

    Potrebbe piacerti:CATECHESI MP3 DA SCARICARE

    Cliccare su Archiviazione , nella colonna di sinistra della finestra, per continuare. Nella sezione Archiviazione, oltre a confermare la tipologia dell'Hard Disck di cui abbiamo parlato più sopra, c'è un elemento estremamente importante per il primo avvio della macchina che deve essere configurato correttamente: sitratta del Controller IDE.

    Nell'esempio, ho scelto di installare il sistema operativo Xubuntu, per il quale avevo già provveduto a scaricare l'immagine ISO dal sito ufficiale della distribuzione, come già detto all'inizio di questa guida.

    A questo punto, una volta selezionato il file ISO come sorgente dell'installazione, il file selezionato verrà mostrato sotto al Controller: IDE , come mostrato nell'immagine che segue.

    In questa sezione della configurazione, VirtualBox predispone già fino a 4 schede virtuali di rete ma se necessario se ne possono aggiungere delle altre. Tipicamente, nei casi normali, soltanto la prima viene utilizzata le altre non sono neppure abilitate ed i parametri impostati sono già impostati per poter accedere normalmente alla rete esterna internet compresa.

    Un elemento importante che dovrai configurare riguarda il valore da impostare in Connessa a. Questo parametro definisce il modo in cui la tua macchina virtuale è connessa alla rete. I valori possibili sono i seguenti. Cliccare su OK per chiudere la configurazione e passare finalmente alla vera e propria installazione del sistema operativo in questa nuova macchina virtuale appena preparata e configurata.

    Finalmente iniziamo con la vera e propria installazione del sisteema operativo. Tuttavia, visto e considerato che la macchina Host è già necessariamente accesa alimentata e funzionante , quello che avviene è una vera e propria simulazione di questo atto.

    Ad ogni modo, torrniamo all'accensione o ll'avvio della nostra nuova VM. L'immagine di seguito, mostra come sia effettivamente semplice avviare la VM desiderata: Click col pulsante destro del muse sulla VM che si vuole "accendere" e selezionare Avvio normale. Notare che sono disponibili altri metodi avvio per una VM:.

    Oracle VM VirtualBox per Xubuntu

    Cliccare su Avvio normale per avviare "accendere" la nostra nuova macchina virtuale ed avere sempre a disposizione la finestra Windows agganciata alla console della VM. Gran parte del lavoro più delicato è stato completato, sei quindi pronto ad installare Xubuntu o se preferisci, Ubunu sulla tua macchina virtuale nuova di zecca.

    La tua macchina virtuale, o meglio il contenitore del futuro sistema operativo che andrai ad installare, è perfettamente in grdo di accogllierlo e di farlo funzionare come se fosse davvero in esecuzione su una vera macchina fisica.

    Tutti i commenti dovranno essere verificati ed approvati dal webmaster, prima di essere pubblicati. I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo and the Privacy policy. IVA Come creare una macchina virtuale VirtualBox per Ubuntu Stampa. Necessità di provare un tipo di applicazione disponibile esclusivamente per un sistema operativo diverso da quello in uso Comparazione e verifiche di diversi sistemi operativi Ricerca e studio di nuove tecnologie e tecniche implementative L'elenco potrebbe diventare assai lungo e l'unico limite potrebbe essere solo la cratività dello sviluppatore.

    Per facilità di consultazione, questa guida è suddivisa nelle seguenti sezioni: Introduzione Creazione di una nuova Macchina Virtuale Configurazione della Macchina Virtuale di VirtualBox Avvio dell'Installazione di XUbuntu A questo punto non resta che iniziare subito ad addentrarci nella creazione della nostra prima macchina virtuale 1.

    Introduzione Se hai già avuto modo di leggere la mia precedente guida su Come installare VirtualBox sul proprio PC Windows , sono sicuro che sei già pronto per affrontare la creazione di una nuova macchina virtuale VirtualBox in preparazione dell'instllazione del tuo sistema operativo Ubuntu, di cui parleremo più tardi. Creazione di una nuova Macchina Virtuale Se hai installato correttamente VirtualBox sul tuo PC, troverai l'icona dell'applicazione sul tuo descktop, cliccandola, Virtualbox si avvierà; potrai quindi cliccare su Nuova , nella barra in alto della finestra dell'applicazione, per creare la tua prima macchia virtuale.

    Qui dovrai inserire: Il nome della macchina virtuale. Nell'esempio ho scelto di chiamarla Xubuntu Tuttavia potrai darle il nome che preferisci. Il Tipo di S. Sistema Operativo nel quale sarà installata. In questo caso, è una macchina Linux , la cui versione logica è Ubuntu bit. La quantità di memoria assegnata.


    Nuovi post