Esthergarvi

Esthergarvi

XUBUNTU SCARICA

Posted on Author Tular Posted in Film


    Contents
  1. Xubuntu: piccola guida pratica ai trucchi
  2. Gestore dei Pacchetti
  3. Come installare Ubuntu da USB
  4. Download derivate

Congratulazioni, hai scelto di installare Xubuntu. Se stai avviando l'installazione attraverso l'opzione Try Xubuntu, sentiti libero di esplorare cio' che Xubuntu sta. xubuntu. Xubuntu è il sistema operativo della famiglia Ubuntu basato su XFCE. XFCE è un ambiente grafico veloce e leggero, ideale ad esempio per computer. 8/10 (16 valutazioni) - Download Xubuntu Linux gratis. Scarica Xubuntu gratis, una distribuzione Linux basata sul nucleo di Ubuntu però che utilizza l'ambiente . Questa guida sostituisce la precedente su Xubuntu LTS, versione che in aprile non sarà più 3 – Scaricare la ISO di Xubuntu Desktop LTS.

Nome: xubuntu
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 62.40 Megabytes

Si riportano in questa pagina le istruzioni di installazione e configurazione del sistema di virtualizzazione multi-piattaforma Oracle VM VirtualBox per la creazione di una macchina virtuale con Ubuntu Linux.

Un sistema di virtualizzazione consente di eseguire in un contesto protetto un sistema operativo, detto macchina virtuale o Virtual Machine VM , in contemporanea ad altri sistemi operativi.

Una VM crea un ambiente di esecuzione che simuli un computer completamente separato, dedicando ad esso una parte delle risorse del computer reale. Nel seguito delle istruzioni si farà riferimento al popolare software opensource gratuito per la virtualizzazione Oracle VM VirtualBox , su cui verrà installata una macchina virtuale Ubuntu Linux.

Al momento della scrittura di questa guida la versione 5.

Oggi girovagando su ubuntu Differenza tra ubuntu kubuntu xubuntu scarica di lubuntu. Che differenza cè tra Ubuntu e Lubuntu. Scritto il 2 dicembre da socialvirtualweb sudo aptget install xubuntudesktop sudo aptget install kubuntu.

Mi dite la differenza tra ubuntu, kubuntu e xubuntu? Ad esempio. Se qualcosa va male ed il software non viene installato, dovreste controllare l'output del terminale per trovare dove l'installazione ha fallito compreso il vecchio "internal compiler error: Segmentation fault" , quindi installate tutte le dipendenze mancanti, digitando prima. Ritentate quindi la installazione.

Se dovesse continuare a non installare, riavviate l'installazione usando sudo make al posto di make. Ogni volta che apt, aptitude, Synaptic, o qualsiasi altro package manager, sia incapace di installare o disinstallare del software, a causa di dipendenze in conflitto o a causa di altri problemi causati da un altro pacchetto software, dovreste rimuovere il pacchetto che causa i problemi, digitando nel terminale:.

Il vostro sistema potrebbe detenere software non configurato o parzialmente configurato, se il computer o il vostro package manager sono andati in crash nelle fasi di installazione. Digitate quindi questo comando nel terminale:. Quindi controllate che il software che volevate installare nel sistema prima del crash, sia effettivamente installato. Vi suggerisco quindi di tenerlo a mente per risolvere rapidamente ogni problema di software mal installato. Guida a Xubuntu - Installare programmi.

Aptitude Aptitude è un altro front end per dpkg. Installer di Codice Sorgente Alcuni software è meglio siano installati, o è possibile installarli solo da codice sorgente.

Sarebbe meglio creare una directory comune dove spacchettare tutti i pacchetti sorgente che scaricate.

Xubuntu: piccola guida pratica ai trucchi

Io uso una directory chiamata "installed". Scegliete il nome che vi pare. Decomprimetelo con uno dei seguenti comandi: tar -zxf FILE. Se decidete di leggere le istruzioni, digitate "more" seguito dal nome del file di cui volete sapere di più, ad esempio more readme Se non volete leggere tutte le istruzioni, guardate nell'elenco dei file e controllate se qualcuno assomiglia ad uno di questi: configure make cmake qmake bootstrap setup.

Configure Questo è il metodo di installazione più comune. Cmake Seguite le istruzioni per Configure ma rimpiazzate. Qmake Questo richiede di solito una directory build esterna. Bootstrap Seguite le istruzioni per Configure ma rimpiazzate. Sh Un file. Se qualcosa va male ed il software non viene installato, dovreste controllare l'output del terminale per trovare dove l'installazione ha fallito compreso il vecchio "internal compiler error: Segmentation fault" , quindi installate tutte le dipendenze mancanti, digitando prima make distclean make confclean sudo ldconfig Ritentate quindi la installazione.

Ogni volta che apt, aptitude, Synaptic, o qualsiasi altro package manager, sia incapace di installare o disinstallare del software, a causa di dipendenze in conflitto o a causa di altri problemi causati da un altro pacchetto software, dovreste rimuovere il pacchetto che causa i problemi, digitando nel terminale: dpkg -r PACKAGE-NAME Il vostro sistema potrebbe detenere software non configurato o parzialmente configurato, se il computer o il vostro package manager sono andati in crash nelle fasi di installazione.

Digitate quindi questo comando nel terminale: sudo dpkg --configure -a Quindi controllate che il software che volevate installare nel sistema prima del crash, sia effettivamente installato.

Gestore dei Pacchetti

Torna in alto. Talvolta Virtual Box potrebbe non funzionare più, quando escono degli aggiornamenti per Xubuntu che vanno a sostituire il kernel.

Hai letto questo?FOGLIO SR163 SCARICA

Cliccandoci sopra se prima avete installato Java ovviamente, come indicato in questa guida , Java Web Start dovrebbe partire, caricare il programma che ha estensione.

Xubuntu vi crea già un lanciatore al programma, da usare nel menu o da aggiungere al pannello. Facendo doppio click sul file a questo punto partirà Krita. Piuttosto spesso peraltro. Ma ne vale la pena perché Krita è davvero una bomba. Pensate che al suo confronto, Photoshop Essential è un programmino per bambini, e che è gratis e libero.

Come installare Ubuntu da USB

Per installarlo è quindi sufficiente installare prima Snap se non lo si è mai fatto prima:. Per ragioni strane, gnome-subtitles è stato tolto dai repository di Ubuntu. Ma ci sono dei PPA appositi:. Non ci sono screenshot perché do per scontato che sapete dove trovare le cose, come le impostazioni, il terminale, eccetera.

Per installare una lingua aggiuntiva andate su Supporto Lingue. Dovrete poi impostare le stesse cose per ogni utente nel caso essi siano di lingue differenti.

Potrete quindi avere un utente completamente in cinese, o uno in italiano ma con input giapponese, e via dicendo. È consigliatissimo caricare questo font, esterno, che contiene in buona calligrafia tutti i caratteri, sia tradizionali che semplificati: KaiTi.

Qui trovate un elenco di applet da aggiungere al pannello. Quelle che uso maggiormente sono:. Indicatore del carico del sistema — Serve per vedere se il sistema è sovraccaricato o meno. Per sapere il nome, aprite il terminale e digitate ifconfig seguito da invio.

Vi dà un elenco di dispositivi di rete. Il mio wifi per esempio si chiama wlp3s0. O dà un elenco di programmi e script da lanciare, come un menu aggiuntivo. Io lo uso molto come cassetto per lanciare alcuni script che vedremo in seguito. Qui appare un elenco vuoto di applicazioni o script da lanciare.

Mostra scrivania — Il classico bottone che riduce a icona tutte le applicazioni. Per eliminare il tearing durante la riproduzione di video fastidioso effetto in cui sembra che ci sia una riga orizzontale che attraversa lo schermo mentre nel video la telecamera si muove da sinistra verso destra o viceversa , è necessario installare Compton, un gestore di Composite in pratica le trasparenze e le ombre. Arandr è un vecchio tool che accende spegne e configura gli schermi multipli.

È molto comodo perché oltre a essere molto intuitivo, permette di salvare in uno script la configurazione. Facciamo come al solito un esempio. Collego al portatile uno schermo, per esempio la mia TV di casa, che è di una marca inventata per non fare pubblicità, la Panafunken. Lancio arandr e configuro il tutto in modo che la TV stia alla destra dello schermo del portatile, con risoluzione massima.

Il file vi consiglio di salvarlo in una cartellina apposta, magari dentro Documenti, chiamata Script, dove terremo tutti gli script. Il file deve avere tassativamente estensione. Ora, ritorno in Arandr e spengo tutto, mantenendo acceso solo lo schermo del portatile. Premo la V per applicare il layout, e salvo lo script col nome di spegni-tv. Oppure, cosa ancora più comoda, posso creare un lanciatore nel pannello, che lancia tutti gli script.

Abbiamo imparato poco sopra a crearne uno.

Download derivate

Basterà premerlo per avere un elenco di script, per lanciarli comodamente come se fosse un menu. Creiamo il primo, quello per disabilitare ogni compositor. Con Arandr questo passaggio non era obbligatorio poiché Arandr salva già gli script come eseguibili. Io uso molto Drive e Documents, quindi è comodo averli lanciabili dal menu o dal desktop o direttamente dal pannello. Purtroppo Google non ha ancora rilasciato un client ufiiciale per Drive.

La soluzione precedente utilizzata in questo sito, Grive, è ancora disponibile ma funziona solo se avete un unico account. Oltre alle varie soluzioni a pagamento, ne esiste almeno una, che sto testando, che sembra fuznionare bene, ma per ora mi sembra lentissima.

Potete anche usare wget al posto di aria2, ma al momento in cui scrivo, wget per molti indirizzi crasha con un laconico errore di segmentazione. Potete anche utilizzare youtube-dl per scaricare video, da moltissimi siti. Basta copiare il link della pagina dove sta il video che vi interessa, e scrivere nel terminale:. Per rendere disponibili cartelle nella rete domestica, per tutti i sistemi operativi compresi gli smartphone, con permesso esclusivo tramite username e password o disponibili per tutti senza autenticazione, è sufficiente installare samba e un comodo tool grafico per configurarlo: sudo apt install system-config-samba.

Se siete solo voi sul computer in effetti la cosa è completamente priva di rilevanza. Decidete anche se la condivisione deve essere in sola lettura o anche in scrittura.

Potete anche dare un nome diverso alla condivisione, nonché una descrizione. Già fatto. Ora la cartella è visibile dai dispositivi collegati alla rete.

Chromium è la versione libera e open source di Chrome, Chrome funziona solo se avete un sistema a 64 bit, quindi se vi funziona uguale meglio usare Chromium. Non credo che su sistemi a 32 bit il Chromecast sia supportato. Configuratelo dicendogli le cartelle in cui tenete i film, installate il client Videostream sullo smartphone, e avrete un sistema ben funzionante.

Anche Plex ha il suo client per smartphone, molto completo e ben fatto.

Per formattare un volume con exFAT, oltre che usare Windows ovviamente, la procedura più sicura è come sempre nel terminale. Per prima cosa dovete individuare quale device sia il volume che volete formattare.

Si fa facilmente lanciando GParted. Mi raccomando fatelo solo se sapete cosa state facendo, perché rischiate di formattare il disco di sistema o dei dischi dati su cui tenete cose preziose. Vi chiederà di battere L per vedere la lista dei filesystem. Potete farlo e constatare che dovete battere 7 per formattare con exFAT. Dopo aver battuto 7 premete quindi Invio finché non torna la scritta: Command n for help. A questo punto se siete sicuri, premete w e le modifiche saranno apportate.

Fdisk termina e ora potete formattare in exFAT:. Se vi dà ancora errore al punto 3, o al punto 4, probabilmente state seguendo una versione non aggiornata di questa guida, e la sorgente software aggiunta non è più supportata. Per risolvere il problema basta usare ppa-purge , seguito dalla sorgente che vi dà problema. Prima di tutto installiamolo: sudo apt install ppa-purge Mettiamo per esempio che il software che dà errori sia Libreoffice.

Una funzione molto utile per i portatili è sempre stata quella di simulare il tasto destro del mouse con il tocco di due dita contemporaneamente, e il click centrale del mouse con il tocco di tre dita contemporaneamente sul touchpad. Su XFCE, quindi su Xubuntu, per ripristinare la funzione è sufficiente aprire il terminale e digitare:.

Attenzione: in alcuni casi Xubuntu 18 usa wayland invece di Xorg come server video, quindi le seguenti istruzioni potrebbero non funzionare.

Sono riuscito a risolvere questo problema solo per le schede Nvidia. Poi creare uno script per accendere la TV.

Io vi do il mio esempio, ma voi dovete cambiarlo a seconda del vostro televisore. Capita che la vostra scheda video e il vostro schermo o la TV collegata supportino una certa risoluzione ma che Xubuntu non ne voglia sapere di farla comparire tra le possibili risoluzioni dentro arandr. Per spiegare come, vi faccio un esempio personale. Prima di tutto uso il comando xrandr per capire quali sono le uscite del mio computer.


Nuovi post