Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICA APE REGIONE PIEMONTE

Posted on Author Ter Posted in Internet


    Iscrizione all'elenco regionale dei certificatori: la normativa regionale prevede Inserite le informazioni necessarie, il sistema crea il pdf del Modulo APE che il. La sezione consente di effettuare ricerche sull'elenco dei certificatori regionali e ricerche di A.P.E. trasmessi al SICEE. Il sistema provvederà ad inviare. Il SIPEE è la piattaforma informativa che gestisce l'APE (Attestazione della Prestazione Energetica) degli edifici. Menu strumenti. Schede informative · Servizi. Legge Regionale n. 3 dell'11 marzo "Disposizioni regionali in materia di semplificazione". Link. Deliberazione della Giunta.

    Nome: ape regione piemonte
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 33.23 Megabytes

    Entrano oggi in vigore, contemporaneamente a quelle nazionali, le nuove norme sulla certificazione energetica degli edifici della Regione Piemonte. Nella deliberazione interessante è la parte relativa ai corsi di aggiornamento che costringerà i soggetti iscritti all'Elenco regionale dei certificatori a frequentare entro l'1 ottobre un corso di aggiornamento di 10 ore con i contenuti minimi elencati nel modulo I e II del DPR n.

    L'accesso al SIPEE avviene mediante una sezione del portale Sistema Piemonte ed è regolato sulla base delle caratteristiche e delle credenziali dei soggetti che vi accedono. L'accesso è previsto per diverse tipologie di utenza. Alla Pubblica amministrazione consente di effettuare: a il trattamento statistico dei dati; b l'estrazione degli attestati di prestazione energetica per le attività di controllo; c l'interscambio dei dati con il livello nazionale mediante il dialogo applicativo con il SIAPE.

    Quali modalità di riuso sono disponibili? Chi utilizza già questo software? Regione Piemonte Contatti Referente per regione Piemonte: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot.

    Abilita Javascript per vederlo.

    Iscrizione alla newsletter

    Consulta la scheda di dettaglio. Risponde all'esigenza di fornire i primi strumenti essenziali per un'attuazione tempestiva della normativa su questa.

    La soluzione consente: ai professionisti di iscriversi all'albo dei certificatori energetici e effettuare i pagamenti degli oneri annuali; prenotare e acquistare i codici APE attestati di prestazione energetica ; compilare e trasmettere on line i certificati energetici firmati digitalmente.

    Il Sistema è caratterizzato da una componente tecnologica relativa ai pagamenti on-line con carta di credito Motore Dei Pagamenti e da una piattaforma di gestione documentale su Index, che viene utilizzata per i servizi di memorizzazione e indicizzazione degli ACE in formato pdf firmato digitalmente inviati e della foto relativa all'immobile caricata a sistema.

    Il portale è pubblicato su Sistema Piemonte. La sezione per i cittadini consiste in un canale di ricerca attraverso cui identificare i riferimenti dei certificatori iscritti in Elenco e degli attestati caricati.

    Nella sezione per i notai viene richiesto l'inserimento della email del notaio a conferma dell'accesso al servizio; a riconoscimento avvenuto, il notaio indica il codice dell'ACE di suo interesse, il quale verrà recapitato sulla sua casella di posta. La sezione per i certificatori è il nucleo fondamentale dell'applicativo; qui vengono inseriti tutti i dati identificativi e tecnici relativi all'immobile da certificare.

    Attestato di prestazione energetica, anche in Piemonte si passa dall'ace all'ape

    L'ultimo passo consiste nell'invio del file firmato, a conferma del quale viene resa disponibile apposita ricevuta. Non si tratta di un tema solo genericamente all'attenzione dell'opinione pubblica, ma esso coinvolge in modo significativo Enti Pubblici, professionisti, cittadini. E la qualità delle conoscenze collezionate è strettamente legata alle competenze dei certificatori, alla professionalità con cui operano, all'efficacia dei sistemi di controllo: di qui l'importanza del governo di una Regione sul processo di formazione e controllo dei certificatori.

    Viene fatto obbligo di far figurare l'attestato di prestazione energetica in tutti gli annunci commerciali dell'immobile.

    In caso di vendita o locazione dovrà sempre essere allegato alla documentazione e mostrato al potenziale acquirente. Deve essere redatto in caso di nuova costruzione o di ristrutturazione edilizia.

    Per gli edifici con una metratura utile di m2 occupata da enti pubblici o abitualmente frequentata dal pubblico, l'attestato di prestazione energetica deve essere sempre chiaramente visibili in un luogo aperto al pubblico. La soglia dei m2 scenderà a m2 dal 9 luglio Per gli edifici esistenti ha abbassato il limite a 5 anni come limite massimo di anzianità del certificato.

    Le classi energetiche sono 14 e vanno in ordine dalla migliore A1 alla peggiore G2, questo per incentivare la riqualificazione edilizia. Utilizza il Regolamento Termico RT, introdotto nel e aggiornato ogni 5 anni.

    L'ultimo è il Regolamento Termico RT Basandosi sui parametri europei, il certificato esprime l'impatto ambientale relativo al consumo energetico dell'edificio. Esistono 7 classi energetiche, divise in lettere dalla A alla G che è la più bassa.

    Il contenimento dei consumi è volto a contribuire al conseguimento degli obiettivi nazionali di limitazione delle emissioni di gas serra posti dal protocollo di Kyoto. Inoltre si vuole promuovere la competitività dei comparti più avanzati del settore attraverso lo sviluppo tecnologico conseguente.

    La disciplina complessiva in tema di rendimento energetico dell'edilizia è contenuta nel D. La normativa nazionale italiana[ modifica modifica wikitesto ] La normativa in materia di certificazione energetica degli edifici è contenuta nel d. Tale normativa è stata successivamente modificata da una serie di ulteriori provvedimenti legislativi, fra i quali devono ricordarsi: D. Decreto Legge "Destinazione Italia", 23 dicembre , convertito con modificazioni con la legge n.

    Nell'attesa della emanazione delle linee guida nazionali attraverso i decreti attuativi gli Attestati di Certificazione Energetica sono sostituiti a tutti gli effetti dagli Attestati di Qualificazione Energetica di durata 1 anno.

    ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA APE

    Fino all'entrata in vigore dei Decreti Attuativi il calcolo della prestazione energetica degli edifici nella climatizzazione invernale e in particolare del fabbisogno annuo di energia primaria è disciplinato dalla legge 9 gennaio n. Il 2 aprile , con quattro anni di ritardo, è stato approvato dal Consiglio dei ministri il decreto del presidente della Repubblica, recante attuazione dell'art. Tale decreto definisce le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e gli impianti termici per la climatizzazione invernale e per la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari facendo riferimento alle nuove UNI TS Dal 22 agosto non è più necessario allegare agli atti di compravendita immobiliare l'attestato di certificazione energetica ACE o l'attestato di qualificazione energetica AQE.

    Allo stesso modo per i contratti di locazione l'art. Non sono state soppresse le restanti norme del D. Lgs n. Peraltro la normativa regionale in materia di certificazione energetica non è stata abrogata dal D.

    Dal 28 dicembre , con l'entrata in vigore del decreto 22 novembre , che ne abroga il relativo paragrafo contenuto nelle linee guida nazionali per la certificazione energetica, non è più possibile produrre un'autodichiarazione da parte del proprietario in sostituzione dell'attestato di certificazione energetica e per edifici esistenti con superficie inferiore ai 1.

    La legge del 3 agosto , n. Sul punto, con riguardo al rapporto fra normativa comunitaria e nazionale, si deve dire che, in base a quanto affermato e più volte ribadito dalla Corte di Giustizia della Comunità europea V. Corte Giustizia CE, 22 maggio , n.

    Corte Cost. E questo perché, secondo quanto affermato dalle Corti, le disposizioni normative contenute nelle fonti del diritto interno quindi nelle disposizioni nazionali devono essere interpretate coerentemente con la lettera e lo scopo delle direttive e, più in generale, della normativa comunitaria, non potendosi a esse attribuire altro significato se non quello da queste ultime risultante cd.

    Il rapporto con la normativa regionale[ modifica modifica wikitesto ] Al riguardo, deve dirsi che, fermo restando il rispetto dei principi stabiliti dalle disposizioni nazionali, in materia di certificazione energetica degli edifici la competenza legislativa spetta alle Regioni.

    Pertanto, in tale ambito, occorre fare riferimento alle leggi regionali stabilite da ciascuna Regione.

    Inoltre, ai sensi dei successivi commi 5 e 6 del citato art. Inoltre, lo stesso d. Alla luce di quanto detto, allora il quadro che si presenta è il seguente: 1 la disciplina di cui al d. Pertanto, per tutte le Regioni che non abbiano ancora provveduto all'emanazione di detti provvedimenti, si applicheranno le disposizioni della normativa nazionale; per le altre, invece, troveranno applicazione le disposizioni regionali; mentre in quelle che abbiano già legiferato, si applicheranno le relative leggi regionali nelle materie di legislazione concorrente ; 2 ai sensi del citato art.


    Nuovi post