Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICA DA MEGAUPLOAD DOPO CHIUSURA

Posted on Author Majin Posted in Internet


    Creato da, Kim Dotcom. Lancio, 21 marzo Stato attuale, chiuso. Modifica dati su Wikidata · Manuale. Megaupload è stato un sito web di file hosting internazionale, di proprietà di Da dicembre , il tempo di attesa prima di poter scaricare un file era stato ridotto a L'avviso apposto dall'FBI sul sito dopo la chiusura. Megaupload è uno dei più noti e più imponenti archivi di film, musica e sulle sue pagine e facendosi pagare da gli utenti che vogliano scaricare più di In un comunicato pubblicato poco prima della chiusura, Megaupload. LA CHIUSURA DI MEGAUPLOAD HA SPINTO I PRINCIPALI SITI DI si diceva fino a ieri nei social network dopo l'annuncio della chiusura di esthergarvi.com (​e solo per scaricare file che sono stati caricati dalla stessa persona". con somme di denaro per ogni download dei contenuti da loro caricati. Anonymous risponde alla chiusura di Megaupload e attacca siti come il contenuto originale, così da permettere a milioni di utenti di scaricare.

    Nome: da megaupload dopo chiusura
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 36.23 Megabytes

    Commenti: 0 TNT Village chiuso: il portale italiano per condividere e scaricare torrent è stato bloccato. Ma è un addio definitivo? Ecco cosa è successo e le alternative migliori.

    TNT Village è stato chiuso: server offline per la piattaforma che figurava tra i migliori siti torrent per una condivisione etica dei file e nel tempo era diventato un punto di riferimento per la community italiana. La notizia della chiusura di TNT Village, che comprende oltre al portale per i torrent anche un forum ricco e a lungo frequentato, è arrivata online lasciando pochi dubbi sulla questione, o quasi.

    La decisione sembra lasciare pochi dubbi, ma alcuni dettagli notati dagli utenti potrebbero lasciare un lieve barlume di speranza.

    Dopo un caricamento avvenuto con successo, all'utente era dato un URL univoco tramite il quale era possibile scaricare il file.

    Tempo di attesa per scaricare file[ modifica modifica wikitesto ] Il tempo di attesa prima di poter scaricare il file richiesto era di 45 s per gli utenti non registrati, 25 s per gli utenti registrati gratuitamente, mentre era immediato per gli utenti premium.

    Da dicembre , il tempo di attesa prima di poter scaricare un file era stato ridotto a 10 s per gli utenti non registrati, mentre nel gennaio , il download era divenuto immediato. Criteri di eliminazione dei file[ modifica modifica wikitesto ] Ogni file caricato anonimamente era eliminato dopo 20 giorni di inattività, per gli utenti registrati gratuitamente esso era conservato per due anni, mentre per gli utenti premium non vi erano limitazioni di tempo.

    Controllo dei file duplicati[ modifica modifica wikitesto ] Megaupload utilizzava l'algoritmo MD5 onde evitare la presenza di file duplicati. Infine Hotfile non avrebbe implementato un sistema di filtri per identificare contenuti in violazione del copyright.

    In sintesi le accuse non sono molto dissimili da quelle mosse nei confronti di Megaupload , solo che in questo caso c'è una richiesta di giudizio civile, sommario, mentre per il sito di Kim Dotcom l'azione è penale. Quindi, anche in questo caso c'è da rimarcare che molte delle accuse appaiono essere delle normali strategie d'affari, oppure riguardano circostanze che possono essere lette in duplice prospettiva.

    Ad esempio, il fatto che Hotfile guadagnasse dagli account premium a pagamento non è certo indice di violazione della legge, come del resto l'assenza di un motore di ricerca interno, anzi la sua presenza in passato è stata vista al contrario come un elemento ulteriore dal quale ricavare la colpevolezza del sito, proprio perché faciliterebbe la ricerca di contenuti. Per l'assenza di una policy di terminazione degli utenti, addirittura basata su "tre" avvertimenti strikes , non si comprende da dove sarebbe ricavabile un tale obbligo visto che il DMCA parla di rimozione di contenuti in violazione, non certo di eliminazione degli utenti.

    Tutto su: Megaupload

    Poi il numero di strikes è del tutto destituito di ogni fondamento giuridico, a parte riferimenti estemporanei alla Hadopi francese. Per le mail con le quali si aiutavano gli utenti a scaricare contenuto protetto, apparentemente sembra che non fossero altro che delle spiegazioni tecniche relativamente all'uso dei servizi il supporto!

    Per quanto riguarda l'implementazione del sistema di filtraggio atto ad identificare i file in violazione, anche qui c'è da precisare che un sistema del genere è innanzitutto molto costoso, e non si capisce per quale motivo dovrebbe implementarlo l'hosting per proteggere gli interessi economici delle multinazionali. Se risulterà colpevole allora ne pagherà le conseguenze, ma non ha senso che la tutela dei diritti dell'industria del copyright sia posta a carico dei servizi di hosting online tra l'altro in Europa un tale tipo di filtraggio è in contrasto con le direttive comunitarie.

    Ma, rimane fondamentale il problema dell'identificazione dei contenuti illeciti, perché come è ovvio nell'ambito del copyright non è mai il file in sé ad essere illecito, ma il suo uso, perché ben potrebbe qualcuno avere dei diritti concorrenti su un contenuto protetto, e quindi essere autorizzato a diffonderlo.

    Dopo Megaupload tocca a Hotfile: per un vecchio modello di distribuzione...

    E, infine, il DMCA non prevede affatto un sistema di filtraggio. Ad esempio, la richiesta di un sistema di filtraggio dei contenuti è indicativa, come del resto l'indicazione che Hotfile fosse illegale perché incoraggiava la distribuzione di contenuti "popolari" ed "interessanti", e scoraggiava il caricamento di file "poco scaricati".

    Per quello che mi riguarda come sempre dietro cè la solita manovra per poter metterlo nel c… a noi poveri comuni mortali, che altro non abbiamo fatto se non poter passare qualche ora a vedere qualche bel film in maniera gratuita.

    È ingiusto che per vedere un telefilm del che ha fruttato milioni di dollari a sceneggiatori, regista e attori già in fase di produzione, e al network durante la trasmissione, io debba anche pagare qualcosa. Che i siti delle varie hbo, bbc, mediaset e sky pubblichino sui loro siti le varie puntate sei mesi dopo la trasmissione.

    TNT Village chiuso: portale bloccato, alternative per scaricare torrent

    Non farebbero più soldi con le repliche vero? Allora scusatemi ma qui chi ci deve rimettere sono sempre i consumatori?

    Hai letto questo?SCARICA TWOO DA

    Comporre musica o creare Film sono lavori come altri che prevedono la vendita di un prodotto. Sarebbe come andare da un qualsiasi commerciante ricco e pretendere di acquistare gratuitamente quello che ci piace.


    Nuovi post