Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICA TESI CARCINOMA CERVICE UTERINA

Posted on Author Shaktizil Posted in Rete


    Questa tesi è inquadrata nella seconda parte dell'indagine ed è stata svolta . carcinoma invasivo a livello della cervice uterina (New England Journal of. Direttore: Prof: A.R Genazzani. Tesi di laurea: Il trattamento chemio-chirurgico nel carcinoma della cervice uterina in stadio localmente avanzato. Relatore. Borra, Arianna () Conoscenze inerenti il tumore alla cervice uterina nelle giovani donne: un'indagine esplorativa. Download (kB) Il progetto di scrivere una tesi riguardante una problematica femminile ginecologica si è sviluppato. Direttore di tesi: Mauro Realini Negli ultimi anni, il rischio di sviluppare un tumore alla cervice uterina si è molto ridotto, grazie ad azioni carcinoma della cervice uterina in popolazione esthergarvi.com Shea .

    Nome: tesi carcinoma cervice uterina
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 48.86 MB

    Go to the content. Move to the navigation Go to the site search Go to the menu Contacts Accessibility. The identification of Human Papillomavirus HPV as a necessary cause for the development of cervical cancer and the detection of the different HPV oncogenic types through molecular techniques has made it possible the study of new strategies for the screening triage, primary test that can permit to identify with greater accuracy women at risk to develop a high-grade lesion or an invasive carcinoma.

    Given this information, we have performed search and typing of HPV sequences for triage of women with ASC-US diagnosis in a multicentric study that has involved five screening centres of the Veneto region to evaluate sensitivity and specificity of HPV test in comparison to the Pap test repetition or colposcopy. It has been conducted on

    Thus, no wonder the relief with which it's received the news that, least for the cervical cancer, overlooks the promise of a new weapon: it is a vaccine. This time, however, the vaccine would not protect us against a "simple" disease, as it could be measles or rubella, but from a cancer that develops after many years about twenty from the age of viral infection. However, it can not completely replace another method of prevention against cervical cancer, which is the Papanicolau test, better known as Pap-test, a test of cytological screening that allows to recognize the presence of abnormal cells and premalignant lesions caused by human Papillomavirus HPV , which hereafter could develop into a more serious disease.

    The combined use of these preventive methods has allowed a significant riduction of mortality by cervical cancer,that every year is the cause of high costs to public health, both in term of hospitalization, both for the treatment of it. Moreover, since are also available in Italy two Papillomavirus vaccines, Gardasil and Cervarix, as already mentioned, to accompany the screening method, to increase the protection against HPV genotypes, defined high-risk oncogenic genotypes, that are the greater cause, if not the only, of the development of the carcinoma of the uterine cervix.

    Ipotesi di progetto educativo in caso di tumore della cervice uterina

    So far, everything seems to be very clear and well defined. Unfortunately we can not ignore the careful work of marketing that the two pharmaceutical lobby, producers of vaccines, have planned in detail, starting from the sponsorship of clinical trials and advertising campaigns, designed to make inroads on the sensitivity of the population. These underline the benefits that vaccinations can offer, cleverly neglecting the possible unexpected reactions they might cause.

    There are still opened discussions about the effectiveness and safety of vaccines, aimed to protect against HPV infection, and this mainly because cervical cancer is clinical manifested after many years from viral infection.

    In addition, the tests and post-marketing studies on vaccines are still in process of updating, because they are recently be introduced on the market and there aren't "historical" data that can prove their effectiveness.

    Emergenza Urgenza.

    La neoplasia della cervice uterina

    Wound Care. Salute Mentale. Area Clinica.

    Diventare LP. Lavorare come LP. Operatore Socio Sanitario. Lavorare come OSS. Home Studenti Risorse studenti Dispense e Piani Assistenziali La neoplasia della cervice uterina rappresenta ancora oggi una problematica assistenziale rilevante, soprattutto nelle aree geografiche con minore efficacia dello screening e nella popolazione immigrata. Prevenzione primaria Uno stile di vita sano è fondamentale per il benessere del proprio corpo e per la difesa da tutti quei fattori che nel corso degli anni possono portare allo sviluppo di patologie.

    C zinco selenio. Prevenzione Secondaria Grazie a nuove tecniche poco invasive e non dolorose è possibile diagnosticare precocemente i primi stadi della malattia. I test utilizzati per la prevenzione del tumore della cervice uterina sono: Pap-Test per le donne fra i 25 e i 33 anni il test deve essere ripetuto ogni 3 anni test HPV per le donne fra i 34 e i 64 anni il test deve essere ripetuto ogni 5 anni Pap-Test Il Pap-test è un test per individuare lesioni precancerose e il cancro tra le donne che non hanno sintomi.

    Consultare il sito www. Questo rende importanti i controlli periodici.

    Marco Alaimo. Il papilloma umano HPV è l'agente causale principale del carcinoma della cervice uterina. Costituiscono, inoltre, fattori di rischio la presenza di molti partner sessuali e un numero elevato di gravidanze portate a termine. Anche le pregresse infezioni genitali da Chlamydia e il fumo costituiscono un fattore predisponente per questa patologia.

    Un aspetto importante del ciclo vitale degli HPV è la capacità di stabilire infezioni persistenti negli epiteli cervicali squamosi. Secondo uno studio europeo sul cancro e lo studio di nutrizione EPIC , sono state selezionate , donne per valutare l'associazione tra fumo di tabacco e il rischio di neoplasia intraepiteliale cervicale di grado 3.

    Al basale, i partecipanti hanno completato un questionario e hanno fornito campioni di sangue. Durante un periodo medio di follow-up di 9 anni, nella coorte analisi abitudine al fumo, la durata e l'intensità mostrano un duplice aumento del rischio di CIN3.

    Il forte effetto benefico di smettere di fumare è un dato importante che richiede sempre maggiore impegno da parte delle politiche di sanità pubblica. Causa danni genetici duraturi alle cellule ospiti. Tali cambiamenti sono sempre più implicati nello sviluppo di una gamma di tumori.

    I ricercatori hanno trovato che cellule ospiti acutamente e persistentemente infettate con Chlamydia, avevano un aumento dei livelli di diversi tipi di rotture del DNA. La cellula viene rimossa e il materiale delle sue parti riciclato o va in riparazione del DNA. Nella modalità di riparazione del DNA, proteine speciali innescano un processo chiamato DNA Damage Response, che tenta di sigillare i fili spezzati del DNA per assicurarsi che la corretta sequenza di codice genetico venga ripristinato in modo che quando la cellula si replica, produce cellule figlie sane.

    Ma non solo i ricercatori hanno trovato che le cellule infette da Chlamydia avevano alterato il DNA, ma anche che il loro DNA Damage Response non funzionava correttamente.

    Tesi etd-02262009-163103

    I danni della Chlamydia alle cellule sono simili a quelli che portano al cancro. Il risultato è una crescente popolazione di cellule ospiti che sono sfuggite ai normali meccanismi che garantiscono che il DNA difettoso non venga replicato: un marchio di garanzia per lo sviluppo del cancro. La presenza in famiglia di parenti strette con questo tumore anche se non sono stati identificati geni responsabili di una eventuale trasmissione ereditaria , una dieta povera di frutta e verdura, l'obesità e, secondo alcuni studi, un alto numero di gravidanze.

    Il carcinoma della cervice è in calo per incidenza in Italia, sebbene rappresenti ancora una problematica assistenziale rilevante, soprattutto nelle aree geografiche con minore efficacia dello screening e nella popolazione immigrata. In Italia si registrano circa 10 casi ogni Con le sue 3. La prevalenza della malattia in Italia donne che hanno avuto un tumore della cervice uterina nella loro storia anamnestica è di oltre Orientamento Studi.

    Test di Ammissione.


    Nuovi post