Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICARE REFERTI CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO

Posted on Author Voll Posted in Sistema


    Convenzioni e prezzi · Medici e Servizi · Prenotazioni, pagamenti, disdette · Come arrivare e contattarci · Esami di laboratorio · Ritiro referti e tempi di attesa. Scopri il dossier clinico, il servizio del Santagostino dedicato a tutti i pazienti. Il dossier clinico è il luogo dove puoi trovare i tuoi referti e le. La App consente di prenotare in maniera facile e intuitiva visite ed esami presso le sedi del Centro Medico Santagostino, disdire appuntamenti, dialogare con il. Se al momento dell'accettazione di esami di laboratorio hai fornito il consenso al ritiro online dei referti, allora puoi registrarti al Portale indicando, oltre ai dati.

    Nome: referti centro medico santagostino
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 47.76 Megabytes

    JavaScript sembra essere disabilitato nel tuo browser. Devi abilitare JavaScript nel tuo browser per utlizzare le funzioni di questo sito. Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena. In seguito al suo insediamento nel , la nuova Direzione Generale si è posta, tra gli obiettivi di mandato, il miglioramento della gestione amministrativa associata all'attività ambulatoriale e di ricovero, che presentava importanti carenze relative ai processi di codifica delle prestazioni. Si evidenziava, infatti, un forte disallineamento tra le attività previste e codificate nelle prescrizioni e quelle effettivamente svolte dal medico in sede di erogazione.

    Disponibile anche il bonus per le famiglie Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia Non pagano la spesa e colpiscono i dipendenti, coppia denunciata all'Esselunga. ModenaToday è in caricamento , ma ha bisogno di JavaScript.

    Effettua l'accesso. Connettiti con Facebook. Password dimenticata? Non sei registrato? Crea un Account. Il progetto "Paziente come utente digitale", avviato dalla seconda metà del , è nato da un lato dalla volontà di migliorare l'esperienza di cura, facilitando e rendendo più smart l'accesso alle prestazioni sanitarie e dando massima centralità al confronto clinico con lo specialista e, dall'altro, dall'esigenza di automatizzare e rendere più efficienti i processi operativi interni, riducendo costi, tempi di gestione e carichi di lavoro.

    Fino al il paziente poteva pagare online solo in anticipo, contestualmente alla prenotazione della prestazione su sito o App; nel caso avesse prenotato per telefono o allo sportello, il pagamento poteva avvenire solo in sede. Il progetto ha introdotto la possibilità per il paziente di salvare un metodo di pagamento carta di credito o PayPal sul suo profilo personale online e di utilizzarlo per saldare automaticamente le prestazioni prenotate online, al telefono o allo sportello.

    Il paziente, dopo aver prenotato e salvato il metodo di pagamento, riceve via SMS la conferma della prenotazione e il codice per il fast check-in da utilizzare in sede per l'accettazione al totem, saltando la coda. A visita conclusa, lo specialista chiude il referto, lo consegna al paziente e l'importo della prestazione viene addebitato automaticamente. Il paziente trova poi la fattura e la versione digitale del referto nel dossier clinico online.

    Il paziente "digitale", che ha prenotato online e ha ricevuto un codice fast check in che gli consente di saltare l'accettazione fisica, esce quindi dalla sede senza passare mai dal desk e non facendo nessuna coda.

    Nella seconda fase di progetto, avviata nel , l'Azienda ha deciso di ridisegnare la User Experience dei principali touchpoint digitali per adattarla alle esigenze dei pazienti e rendere l'accesso ai servizi più semplice e veloce. Il Centro ha poi allestito una sede dedicata alla psicoterapia priva di sportelli, in cui le operazioni di accettazione sono gestite tramite dispositivi digitali e dove l'interazione in tempo reale con un operatore è garantita dalla presenza di videodesk, monitor touchscreen con webcam e cornetta, per comunicare a distanza in caso di necessità.

    La sfida, come per il progetto nel suo complesso, è quella di ottenere un equilibrio tra l'efficienza e il contatto umanizzato e accogliente, specie per una tipologia di bisogno che necessita di riconoscimento e ascolto. L'Ente, che conta oltre 2. In risposta alla necessità di professionalizzare molte delle attività che il medico svolge a favore dei pazienti e di migliorarne l'interazione nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti, a giugno è stata avviata, in collaborazione con Welcomedicine, la realizzazione di un "Ambulatorio Virtuale per l'Endocrinologia".

    L'Ambulatorio Virtuale consiste in una piattaforma web di telemedicina che propone ai pazienti una serie di servizi gratuiti: uno spazio cloud per caricare e conservare online la propria documentazione sanitaria, un servizio di reminder per annotare e ricordare visite, esami e terapie, un canale attraverso cui dialogare con le segreterie, un canale sicuro per la ricezione di documentazione.

    I professionisti, a loro volta, possono usufruire di servizi quali: uno spazio cloud per caricare e conservare le schede cliniche, un'agenda online relativa alle attività e alle prestazioni svolte attraverso la piattaforma, uno strumento di networking tra professionisti per condividere e discutere casi clinici. Endowiki è ad oggi la più grande enciclopedia multimediale dell'endocrinologia. L'associazione ha attivato un percorso di integrazione tra la piattaforma Welcomedicine ed Endowiki, con l'obiettivo di fornire, tramite l'applicazione di tecnologie di Intelligenza Artificiale, un supporto alle decisioni in tempo reale, tramite notifiche di tipo "push" che appariranno al clinico in fase di teleconsulto e che conterranno informazioni scientifiche provenienti da Endowiki.

    Anche lato paziente, durante la comunicazione, verranno suggeriti contenuti e novità relative ai dati scambiati. Dall'attivazione della piattaforma, avvenuta lo scorso novembre, si contano ad oggi utenti clinici, 1. Con una costante implementazione, l'Associazione mira a produrre benefici sia per il paziente, come il poter avere un'interazione flessibile, veloce ed efficace con il clinico, sia per i professionisti, offrendo uno strumento che permetta di velocizzare e organizzare le attività, migliorandone la qualità e la scalabilità e riducendo i costi, oltre che di far crescere le competenze favorendo il networking e la diffusione di conoscenza attraverso fonti di evidenza scientifica.

    Azienda Socio-Sanitaria Territoriale di Mantova. L'Azienda conta più di La Direzione della struttura nel giugno , su spinta dei clinici, ha avviato la realizzazione di una soluzione volta alla collaborazione multispecialistica, rispondendo alla diffusa necessità di condividere tramite un unico strumento informazioni provenienti dai vari dipartimentali CCE, LIS, RIS, PACS, ecc.

    In tal modo, è stata data ai professionisti la possibilità di collaborare nello studio di casi clinici e di definire percorsi di diagnosi, cura e riabilitazione più appropriati per i pazienti, che tengano conto di tutte le interazioni tra le varie discipline.

    Il progetto ha introdotto la possibilità di gestire gli incontri multidisciplinari attraverso una piattaforma clinica social, disponibile in modalità web-based e ottimizzata per l'utilizzo su PC, tablet e smartphone. Attraverso la piattaforma, i professionisti hanno quindi l'opportunità di interagire in tempo reale, tramite l'utilizzo di chat e video call e condividere dettagli e materiale aggiornato sul dossier in studio.

    Laboratori Analisi

    Vi è la possibilità di invitare in modalità estemporanea ulteriori professionisti, sia interni che esterni all'Azienda, per assistere e intervenire nella discussione del caso clinico.

    Tra le altre funzionalità implementate, vi è anche la produzione di un verbale dell'incontro in cui i professionisti indicano il percorso clinico condiviso. Negli ultimi 18 mesi, attraverso la piattaforma, sono stati effettuati incontri e discussi 1.

    Ad oggi è stato riscontrato un alto gradimento da parte dei professionisti coinvolti sin dalle prime fasi del progetto, appartenenti a sei unità operative: Breast Unit, Lung Unit, Neuroncologia, Oncologia, SLA, Urologia Oncologica.

    La piattaforma è stata adattata ai requisiti tecnico-organizzativi indicati dall'ASST di Mantova, con una particolare attenzione agli aspetti di integrazione, attraverso protocolli standard, con i sistemi dipartimentali già in esercizio.

    La formazione, erogata in modalità training on the job, ha permesso di prendere dimestichezza con la soluzione in tempi rapidi e di individuare e risolvere precocemente problematiche durante l'utilizzo della soluzione.

    Attualmente la struttura sta analizzando un possibile utilizzo della piattaforma anche per l'ottimizzazione della stesura dei PAI Piani di Assistenza Individuali , tramite il coinvolgimento nel processo anche dei Medici di Medicina Generale che hanno in carico gli assistiti.

    È inoltre in fase di valutazione la possibilità di inserire il verbale stilato a valle di ogni meeting all'interno del Dossier Sanitario Elettronico del paziente.

    Referti medici online, l'Ausl attiva la stampa "on demand"

    La Fondazione Toscana Gabriele Monasterio FTGM è un ente pubblico specialistico del SSN costituito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dalla Regione Toscana per la gestione e lo sviluppo di attività sanitarie specialistiche e di ricerca in ambito sanitario e delle tecnologie applicate alla sanità di interesse del Sistema Sanitario Regionale toscano.

    Il progetto è nato dalla volontà delle Direzioni Generali delle due aziende di adeguarsi alle disposizioni di Regione Toscana relative all'introduzione di una CCE e dall'esigenza di una maggiore omogeneizzazione, controllo e sicurezza dei processi clinici.

    È prevista la diffusione della CCE in tutte le restanti aree delle due aziende entro fine La CCE C7, sviluppata con tecnologia open source e distribuita con licenza di software libero LGPL in ottica di riuso per le PA, consente l'implementazione di modelli assistenziali con focus sulla qualità e sulla sicurezza e al monitoraggio degli stessi, grazie all'introduzione di indicatori costantemente alimentati e immediatamente disponibili ai clinici.

    Il sistema permette lo snellimento di aspetti amministrativi del ricovero, un maggiore controllo sulla gestione e l'erogazione dei farmaci, la gestione infermieristica delle degenze, una migliore fruibilità dei documenti e una gestione integrata delle informazioni provenienti da vari attori e da varie discipline. La soluzione C7 è anche un Dossier Sanitario: oltre ai documenti e ai dati direttamente prodotti dalla CCE diari medici e infermieristici, Scheda Terapeutica Unica, ecc.

    Il piano di formazione che ha accompagnato la diffusione del sistema ha coinvolto 4. Sono state organizzate giornate di presentazione delle funzionalità della cartella e degli obiettivi prefissati per le singole aziende.

    Le cabine di regia hanno individuato di volta in volta il middle management per attuare azioni di coinvolgimento e responsabilizzazione a tutti i livelli organizzativi sottostanti. Tali azioni hanno permesso di sviluppare negli operatori la consapevolezza dei benefici generati dal progetto, superando la resistenza al cambiamento e riducendo i tempi di percorrenza della curva di apprendimento.

    È in corso l'affiancamento a C7 di un Decision Support System per le interazioni tra farmaci, disponibile in fase di prescrizione, e di un modulo per il controllo della spesa farmaceutica. Organizzata in 2 presidi ospedalieri, 8 poli e 20 aree cliniche, la Fondazione Gemelli conta 1. Da marzo , il Policlinico ha avviato il progetto CUT 2. Il progetto ha previsto un cambiamento sostanziale nel modello organizzativo dei trasporti che, grazie a una gestione informatizzata e centralizzata del personale ausiliario da parte della CUT, consente un utilizzo più efficiente del tempo e una più equa distribuzione delle risorse nei reparti in base alle reali esigenze di trasporto.

    L'informatizzazione è stata resa possibile attraverso la piattaforma di gestione dei servizi di Facility Management in uso presso la struttura, che già gestiva tutte le anagrafiche spaziali, i codici e le destinazioni d'uso dei locali, la distribuzione dei reparti ecc.

    Il videoconsulto è indicato per tutte le visite in cui non è necessario un contatto fisico con il paziente. Per esempio: hai ritirato gli esiti degli esami del sangue prescritti dallo specialista e vuoi parlarne con il dottore?

    Sedi e Orari

    Perché non farlo comodamente da casa evitando di cercare una baby sitter o di sobbarcarsi uno spostamento? Sei in vacanza o in viaggio per lavoro e vuoi consultare il medico o il terapista? Tra le specialità coinvolte in questa nuovo servizio citiamo: ginecologia, urologia, ostetricia, podologia, chirurgia, neurologia cefalee , nutrizione, oculistica.

    E, naturalmente, la psicologia e la psicoterapia , soprattutto per gli appuntamenti successivi al primo e per le terapie continuative. E il referto? Anche quello online, grazie al nuovo dossier clinico del Centro Medico Santagostino: un nuovo servizio dedicato ai pazienti. Accedi al tuo account.

    Password dimenticata? Create an account. La tua email. Recupero della password. Recupera la tua password.


    Nuovi post