Esthergarvi

Esthergarvi

ARTICOLI CON DOI SCARICARE

Posted on Author Akit Posted in Software


    Elbakyan ha detto di non sapere chi e come ha fornito le password: si pensa che alcune siano state ottenute illegalmente, con metodi simili a. Per scaricare dal web articoli scientifici, è bene evitare di perdersi di articoli scientifici, utili a rimanere sempre aggiornati e al passo con le. Si chiama — senza giri di parole — 'Unpaywall'. Questa estensione di Chrome ti permette di trovare gratis gli articoli a pagamento anni, poco prima di essere condannato a 30 anni di carcere per aver scaricato troppi con altri mezzi, tra cui lo scraping automatico dei siti di pubblicazioni," che permette. sito pirata: permette di scaricare una grande quantità di articoli scientifici, Non è semplice, ma da oggi, con Unpaywall, è molto più facile!.

    Nome: articoli con doi
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 43.40 Megabytes

    Regolamento Generale per la protezione dei dati personali — c. GDPR e del decreto Legislativo 30 giugno , n. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali c.

    I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento.

    Gli utenti possono scegliere diverse categorie, come narrativa, non-narrativa, universitario, libri di testo, classici, audiolibri di narrativa, audiolibri di non-narrativa e libri per bambini.

    Su questo sito troverai categorie relative a computer, matematica e programmazione nella parte superiore della pagina. Quando clicchi sul nome di un libro, vedrai le informazioni del libro stesso.

    Questa estensione di Chrome ti permette di trovare gratis gli articoli a pagamento

    Scorrendo la pagina verso il basso, vedrai le categorie affini e libri simili, come anche un link per avere i libri in PDF. ManyBooks Come suggerisce il nome, questo sito ha migliaia di eBook gratuiti.

    Calaméo è un sito dove puoi trovare diversi tipi di riviste online. I bancari del sapere Se le citazioni sono moneta, Sci-Hub entra in campo quando ci chiediamo chi sono i bancari. Non è la comunità scientifica, che oltre a produrre scienza la vaglia anche, gratuitamente, col meccanismo della peer-review.

    E non sono nemmeno i governi che finanziano gran parte di quelle ricerche con le tasse. Sono gli editori. Sempre nel secondo dopoguerra, i giornali commerciali hanno preso il sopravvento sulle società scientifiche, che fino ad allora avevano fatto la parte del leone nella stampa delle pubblicazioni.

    '+nodupH1.html()+'

    Anche queste negoziazioni non sono pubbliche. Dove si leggono gli articoli scientifici oggi? Molto più comodo accedere alla versione elettronica dei singoli articoli.

    Altrimenti, la ricerca rimarrà inaccessibile, a meno di non voler pagare di tasca propria, di nuovo a caro prezzo. Come riassume bene Andrea Zanni , autore del Tascabile, ma anche matematico e bibliotecario digitale, già presidente di Wikimedia Italia: Ogni ricercatore vuole pubblicare su riviste ad alto impact factor; questo significa, per loro e per tutti, che sono buoni ricercatori, che il loro lavoro è meritevole.

    Guarda questo:SCARICA AEREI FSX

    Pubblicheranno gratis, perché è la reputazione che cercano, non i soldi. E faranno da revisori gratis, perché questa è la prassi, e per il bene della scienza non possono essere pagati. Poi avranno bisogno di leggere quelle riviste, perché la scienza va avanti e bisogna rimanere aggiornati, per seguire quello che gli altri stanno facendo.

    Per esempio: la scienza dovrebbe essere senza confini, cioè ognuno o ognuna dovrebbe poter contribuire al suo avanzamento senza distinzioni di nazionalità. Ma Swartz impara che gli scienziati in un paese in via di sviluppo non hanno certo le stesse probabilità di pubblicare sulle riviste più prestigiose, che sono cucite per le esigenze dei paesi ricchi Europa e Usa in primis , né hanno le stesse possibilità di accedere alla letteratura: una forma di colonialismo scientifico.

    Ma come con ogni tipo di potere, ci sono quelli che se ne vogliono impadronire. Vuoi leggere le riviste che ospitano i più famosi risultati scientifici?

    Dovrai pagare enormi somme ad editori come Reed Elsevier. Ma anche nella migliore delle ipotesi, il loro lavoro varrà solo per le cose pubblicate in futuro. Nel manifesto Swartz chiarisce che liberare e diffondere questo materiale è un imperativo morale, e invita gli attivisti digitali di tutto il mondo a unirsi alla battaglia, con ogni mezzo necessario.

    7 Siti web per scaricare libri in PDF

    Condividi 28 Condivisioni Era da tanto che volevo scrivere un post sui modi per leggere gratuitamente gli articoli scientifici su internet. È giusto che si sappia che i ricercatori che scrivono gli articoli e quelli che li revisionano peer review in nessun modo sono retribuiti da queste cifre, ed in certi casi anzi potrebbero pure aver pagato un contributo economico per poter pubblicare il loro lavoro: i soldi pagati dai singoli per leggere gli articoli o dalle biblioteche per accedere alle riviste scientifiche vanno direttamente agli Editori delle riviste, per il lavoro di raccolta, pubblicazione, scelta dei revisori, e per il prestigio conseguito in passato dalle loro riviste.

    Aaron Swartz La libera disponibilità della ricerca è un argomento di cui oramai parla tutto il mondo scientifico e medico , e purtroppo la scintilla di questo interesse è stato il suicidio, nel , di Aaron Swartz , giovane programmatore di successo ed idealista.

    Gli articoli erano già di pubblico dominio nella versione cartacea, ma quella online si doveva pagare cara. Beccato dalla Legge, gli era stata prospettata una condanna fino a 35 anni di carcere con una multa fino a un milione di dollari, e il ragazzo, a 26 anni, si è impiccato.

    Possiamo solo sperare che nessun altro muoia o si faccia male per la libertà della scienza. Chi voglia oggi leggersi la ricerca scientifica in originale, avrà a disposizione alcune possibilità legali ed altre illegali.


    Nuovi post