Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICARE PRANZI PARTITA IVA

Posted on Author Arajind Posted in Software


    Sì, ai fini fiscali l'. Partita IVA: breve panoramica su deduzioni e detrazioni per imprenditori e professionisti. Capita di frequente che un libero professionista per espletare l'incarico affidatogli sostenga delle spese per i pasti e per l'alloggio che possono. Professionisti e aziende possono portare in detrazione il % dell'IVA riguardante il pranzo (o la cena) e il soggiorno. L'unico requisito da.

    Nome: pranzi partita iva
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 49.52 MB

    Il denominatore comune di questi casi è che il dipendente sta svolgendo delle attività lavorative al di fuori della sede di lavoro e quindi è in trasferta o in procinto di effettuare una trasferta. Ci sono almeno due ragioni per cui in nota spese devono essere riportate tutte le spese di trasferta senza distinzione: 1. Quindi il dipendente deve supportare ogni spesa con il relativo giustificativo fiscale: lo scontrino, la ricevuta fiscale o in alcuni casi la fattura.

    Vediamo quando è necessario chiedere la fattura nel caso di spese di trasferta per vitto e alloggio. La circolare Agenzia delle Entrate n.

    La deduzione delle spese di gestione è possibile anche nel caso in cui l'agente disponga dell'auto in base ad un titolo diverso dalla proprietà o dal leasing.

    Cosa scaricare con il regime dei minimi

    È il caso, ad esempio, del comodato gratuito. Sul punto è da ritenersi necessario un contratto redatto in forma scritta al quale dare, possibilmente, data certa. Per quanto attiene l'Iva, invece, l'articolo bis1 del Dpr n.

    Pertanto, gli agenti possono continuare a operare la detrazione secondo le regole ordinarie, in funzione dell'utilizzo del bene. Nella sostanza, si dovrebbe individuare la quota del bene o del servizio se ci riferiamo alle spese di gestione destinata all'esercizio d'impresa.

    Secondo la risoluzione n. Al fine di poter applicare la deduzione, la spesa deve essere documentata da fattura o ricevuta fiscale intestate all'agente stesso.

    Partite Iva: deducibilità e detraibilità delle spese per ristoranti e alberghi

    È possibile fruire della deduzione, indipendentemente dalla forma di pagamento utilizzata e, pertanto, anche nel caso in cui si utilizzino i buoni pasto. Se il contratto stipulato con il mandante prevede che le spese di trasferta tra le quali possono rientrare, ad esempio, le spese per pasti, alberghi e indennizzi chilometrici possano essere riaddebitate in fattura, queste costituiranno per intero ricavo per l'agente si veda la risoluzione ministeriale n.

    In secondo luogo bisognerà effettuare la differenza tra il fatturato ipotetico realizzabile in un anno e i possibili Costi aziendali che dovranno essere intrapresi nello stesso anno.

    Sarà poi necessario confrontare questo risultato con lo stesso derivante invece dal calcolo dei Costi Forfettari sullo stesso ipotetico fatturato. Nel caso in cui un Professionista, Commerciante o Artigiano dovesse possedere tutti i requisiti per aderire al Regime Forfettario ma, allo stesso tempo, dovesse riscontrare che i Costi Aziendali reali potrebbero risultare molto più alti da quelli riconosciuti come Costi Forfettari allora dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di scegliere il Regime Ordinario o Semplificato anziché quello Forfettario.

    A mio parere sarà necessario distinguere 3 casi. Ipotizzando quindi un fatturato pari a Analizziamo adesso i casi in cui sarà conveniente optare per il Regime Forfettario ed i casi in cui risulterà più conveniente optare per il Regime Ordinario o Semplificato. Costi Aziendali reali inferiori o pari a 6.

    Partita IVA: breve panoramica su deduzioni e detrazioni per imprenditori e professionisti.

    Nel caso in cui i Costi Aziendali effettivamente sostenuti dovessero risultare inferiori o pari a 6. Oltre a godere di tutti i vantaggi fiscali e contabili di questo Regime di vantaggio vedrà riconosciuta una percentuale di Costi Aziendali addirittura superiore a quella realmente spesa.

    Costi Aziendali reali superiori a 6. Tanti vantaggi in più che giustificherebbero ugualmente la scelta di aderire al Regime Forfettario. Se dovessi avere bisogno di aiuto per capire se il Regime Forfettario risulterà conveniente per la tua Attività posso offrirti una Consulenza Gratuita.

    Il costo del mio Servizio di Contabilità Online specializzato nel Regime Fofettario sarà di soli 39 Euro al mese, già comprensivi di IVA che potrai pagare scegliendo tra 3 tipi di Abbonamento: trimestrale, semestrale o annuale.

    Se dovessi avere ancora dei dubbi sul funzionamento del Regime Fofettario o se volessi avere delle informazioni aggiuntive sul funzionamento del mio Servizio di Contabilità potrai richiedermi una Consulenza Gratuita.

    Nonostante il pesante carico fiscale che grava sulle partite IVA italiane, non occorre scoraggiarsi ma anzi occorre armarsi di tanta pazienza e sfruttare al massimo le opportunità di deduzioni e detrazioni fiscali offerte dalla legge. Insomma, ok pagare molto ma almeno cerchiamo di evitare il rischio di pagare più del dovuto.

    Tutti i ragionamenti sotto esposti non valgono ovviamente per il regime forfettario.

    Hai letto questo?CV EUROPASS SCARICA

    Nuovi post