Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICA MODELLO SR163 INPS DA

Posted on Author Megore Posted in Ufficio


    Tutti i risultati ottenuti ricercando sr Risultati Ricerca. Filtri. Visualizzazione Griglia Lista. SR Modulo SR Richiesta di pagamento delle prestazioni. Mod. Rich_Pag_Prest. COD. SR * Dati facoltativi. 1 Io sottoscritto/a Mod. Rich_Pag_Prest. COD. SR (composto da 27 caratteri). CODICE IBAN. Dove scaricare il Modello SR per effettuare la richiesta di pagamento Il mod. INPS SR va compilato obbligatoriamente da parte del. ALL'UFFICIO INPS DI INPS. Mod. Rich_Pag_Prest. COD. SR Richiesta di pagamento delle prestazioni a sostegno del (composto da 27 caratteri).

    Nome: modello sr163 inps da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 39.23 Megabytes

    Disponibile sul sito dell'INPS, il modulo SR va usato quando si domanda ex-novo un sostegno al reddito e anche per aggiornare i dati di pagamento in caso di variazioni.

    L'introduzione del modello SR, comunicata col messaggio INPS del 14 aprile , si è resa necessaria per migliorare e uniformare le modalità di pagamento dei vari aiuti economici erogati dall'ente, per evitare pagamenti non dovuti ed errori in caso di libretti o conti correnti cointestati tra persone diverse. Potete scaricare il modulo SR dal sito INPS nella sezione modulistica: va compilato coi vostri dati anagrafici e recapiti vari, poi dovete indicare per quale prestazione lo state compilando un modulo per ogni prestazione che richiedere e se volete il pagamento in contanti da incassare tramite bonifico domiciliato in un ufficio postale per incassare potete recarvi in un qualsiasi ufficio postale, presentando un documento d'identità valido e il codice fiscale , oppure se intendete ricevere l'accredito della prestazione tramite bonifico su conto bancario o postale o libretto postale o carta-conto ricaricabile idonea a ricevere bonifici.

    In questo secondo caso dovrete anche indicare l'IBAN, poi recarvi presso una filiale della banca o in un ufficio postale perchè un funzionario dovrà firmare e appore apposito timbro.

    Si ripete su questo modulo il codice Iban per farlo convalidare con timbro e firma da un funzionario della banca o della posta.

    Questo attestato va poi inserito nella domanda telematica del sussidio, oppure scannerizzato ed inviato alla casella Pec dell'ufficio Inps del luogo, insieme ad una copia di un valido documento d'identità. Altrimenti, si deve inviare lo stesso scannerizzato e la copia sulla identità al normale indirizzo email dell'ufficio.

    Tutto questo vale sia per le nuove richieste dei sussidi sia per quelle precedenti già liquidate e in corso di pagamento. La procedura, in teoria, dovrebbe ridurre il fenomeno dei prestanome, dei rapporti di lavoro fittizi, delle simulazioni di licenziamenti, delle truffe di vario genere, creati al fine di sfruttare la previdenza sociale.

    Ma soprattutto costringe gli interessati, spesso dopo aver iniziato la pratica presso un patronato, a sobbarcarsi l'onere di recarsi alla banca o alla posta per ottenere la conferma dell'Iban già indicato all'Inps.

    Per qualunque dubbio, potrete sempre cliccare sul simbolino.

    Per il pagamento della prestazione è obbligatorio comunicare il proprio IBAN tramite il modello SR lo potete scaricare direttamente da qui. Il datore di lavoro non ti ha ancora fatto avere le ultime buste paga?

    Scarica anche:SCARICA TMPGENC

    Non sottovalutare la cosa perché potrebbe crearti difficoltà con la richiesta del sussidio! Hai ulteriori dubbi?

    Leggi tutti i commenti cui abbiamo dato risposta negli anni cliccando i seguenti numeri 1 — 2 — 3.


    Nuovi post