Esthergarvi

Esthergarvi

SCARICARE GUEST ADDITIONS VIRTUALBOX

Posted on Author Shakashakar Posted in Ufficio


    VirtualBox necessita spesso di Extension Pack e/o la iso delle Guest Additions per poi gestire usb ed altre periferiche. Ma da dove. Oggi vediamo come installare le Guest Additions su Virtualbox, dopo aver Senza dare nulla per scontato, iniziamo a scaricare Virtualbox e. Virtualbox è un software che serve per l'esecuzione di macchine virtuali open source. Quest'ultimo termine significa che è un software dove gli. Completata questa operazione, avvia il file appena scaricato: se ti trovi su Windows, . Installare le Guest Additions è davvero semplice: per prima cosa, avvia la.

    Nome: guest additions virtualbox
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 67.24 Megabytes

    Valuta Nel precedente articolo - " VirtualBox: creare una nuova macchina virtuale e installare il sistema operativo guest " - abbiamo seguito le procedure guidate di Oracle VM VirtualBox per creare, in un computer host con Windows 7, una nuova macchina virtuale nella quale abbiamo installato Ubuntu Adesso completeremo la configurazione del sistema operativo guest installando in Ubuntu le Guest Additions di VirtualBox.

    Le Guest Additions di VirtualBox sono un insieme di driver e applicazioni di sistema che aggiungono al sistema guest come lo stesso nome lascia intendere un insieme di caratteristiche che ne migliorano l'usabilità: Integrazione del puntatore del mouse: il mouse potrà essere liberamente spostato tra la finestra del sistema guest ed il sistema host senza dover premere il tasto Crtl di destra.

    Miglioramento del supporto video: permette di aumentare la risoluzione video e di sfruttare l'accelerazione 3D; la risoluzione del desktop della sistema guest potrà essere aumentata allargando la finestra della macchina virtuale. Sincronizzazione dell'orario del sistema guest con quello dell'host. Seamless window: integrazione delle finestre del sistema operativo guest nel desktop del computer host. Condivisione delle cartelle: consente di definire le cartelle del computer host che potranno essere condivise con il sistema guest.

    Ora facciamo clic su Successivo per ritrovarci nella schermata in cui scegliere quanta memoria RAM riservare alla macchina virtuale. La macchina utilizzerà le risorse del PC di base, quindi non assegnamo tutta la RAM presente ma almeno la quantità consigliata dal programma per Ubuntu è 1 GB.

    Facciamo di nuovo clic su Successivo per ritrovarci ora nella schermata in cui scegliere quando spazio sul disco fisso assegnare alla macchina virtuale. Questo disco fisso è virtuale, ossia è un semplice file che viene utilizzato come disco dal programma; possiamo scegliere le dimensioni preferite cercando di impostare un disco fisso virtuale uguale o superiore alle dimensioni consigliate per Ubuntu è 10 GB.

    Ultimi commenti

    Facciamo clic su Crea; si aprirà una nuova finestra dove scegliere il tipo di file che fungerà da disco fisso virtuale di default è VDI, ma possiamo scegliere anche altri formati e il tipo d'allocazione. Scegliendo di allocare dinamicamente il disco fisso virtuale le dimensioni del disco cresceranno fino al massimo impostato in maniera dinamica, mentre con le dimensioni specificate verrà subito creato un disco delle dimensioni effettive.

    Al termine facciamo clic su Successivo; il programma ci chiederà come chiamare il disco fisso virtuale e le sue dimensioni. Al termine facciamo clic su Crea per terminare la creazione della macchina virtuale.

    Facciamo clic su Scegli un file di disco ottico virtuale ed inseriamo nel lettore virtuale l'immagine ISO, terminando le configurazioni premendo sul tasto OK. Ora possiamo avviare la macchina virtuale selezionandola nell'interfaccia di VirtualBox e utilizzando il tasto Avvia in alto. L'installazione del sistema operativo partirà automaticamente ed è del tutto simile a quella ottenibile se installassimo il sistema su un PC reale ottimo per fare gli screeenshot di questa fase.

    Accesso alle cartelle del PC reale e condivisione appunti Una volta dentro la macchina virtuale installiamo le Guest Additions, dei file in grado di aumentare il livello d'integrazione tra la macchina virtuale e la macchina reale. Il disco virtuale si avvierà automaticamente e, in base al sistema in uso, installerà dei file di sistema aggiuntivi; al termine riavviamo la macchina virtuale per rendere effettive le modifiche.

    Ora possiamo condividere gli appunti oppure trascinare file o cartelle tra il PC reale e la macchina virtuale selezionando il menu in alto Dispositivi e utilizzando le voci Appunti condivisi e Trascinamento e rilascio.

    VirtualBox Guest Additions su Windows 7

    Facciamo clic sull'icona a forma di cartella e più in alto a destra per aggiungere delle cartelle da visualizzare nella macchina virtuale.

    Le cartelle saranno visibili nel sistema come risorse di rete.

    Come utilizzare gli snapshot Vogliamo fare dei test pericolosi sulla macchina virtuale? Conviene in questo caso salvare lo stato della macchina quando ancora funzionante tramite snapshot, ottimi per ripristinare il sistema operativo ad un punto precedente senza dover reinstallare tutto.

    Per creare un'instantaea facciamo clic su Crea e scegliamo un nome. In primis, bisognerà selezionare l'italiano come formato della data e dell'ora Time and currency format , il layout di tastiera italiano poi optare per un'installazione Custom indicando il disco virtuale da 40 GB come supporto di destinazione. Installazione del pacchetto Guest Additions L'ultimo passaggio consiste nell'effettuare l'installazione del pacchetto Guest Additions di VirtualBox all'interno della macchina virtuale Windows Nell'articolo Windows 10 e VirtualBox, il legame si fa più stretto abbiamo messo in evidenza i principali vantaggi derivanti dall'installazione del pacchetto Guest Additions nella macchina virtuale VirtualBox.

    Selezionando VBoxWindowsAdditions-amd Prima di procedere, comunque, è bene verificare di utilizzare VirtualBox 4.


    Nuovi post